Alberto Contri

Ha gestito progetti di comunicazione integrata per grandi marche prima come Direttore Creativo e poi come Top Manager presso multinazionali della comunicazione (ultimo incarico, vice-chairman di McCann Erickson World Group).

Ha costruito il successo del provider Tin.it nel 97- 98 costruendo di fatto il mercato internet in Italia (da 60.000 a 3.600.000 abbonati in meno di due anni).

Ha progettato e realizzato il primo videodisco interattivo e la prima stazione di realtà virtuale italiani per usi divulgativi.

Ha ideato e realizzato “Italy. A Country shaped by man”, mostra sull’immagine dell’Italia della Fondazione Agnelli che è stata esposta in tutto il mondo per 5 anni a partire dall’82. (Grand Prix alla Photokina di Colonia 1983, vinto in competizione con produzioni di 23 paesi).

Ha svolto il ruolo di Consigliere Rai dal 1998 al 2002, gestendo la specifica delega ai nuovi media, progettando tutti gli asset di cui oggi la Rai dispone in questo settore innovativo. Ha creato e gestito – come A.D. e Direttore Editoriale di Rainet dal gennaio 2003 all’aprile 2008 – i portali www.rai.it e www.rai.tv con 450 siti e sette canali di web-tv lanciati nel solo 2007 (+ 500% utenti in 5 anni di gestione, oltre 30 milioni di video resi disponibili on-line nell’ultimo anno tramite streaming e Vod).

Da 16 anni socio attivo dell’Istituto Aspen, spesso relatore nei seminari sulle telecomunicazioni, è stato membro del Board dell’Istituto dal 98 al 2002 in rappresentanza della Rai.

E' stato per 5 anni presidente dell’Associazione Italiana Agenzie di Pubblicità, per 4 anni Presidente della Federazione Italiana della Comunicazione, per 3 anni Membro del Board della European Association of Avertising Agencies (unico italiano che sia mai stato cooptato in tale organismo).

E' stato docente di comunicazione sociale presso l’Università La Sapienza di Roma e l’Università S.Raffaele di Milano. E' docente di Comunicazione Sociale all’Università IULM di Milano, che lo ha insignito nel 2010 della Laurea Honoris Causa in Relazioni Pubbliche delle Imprese e delle Istituzioni.

E' Presidente della Fondazione Pubblicità Progresso dal 1999 e Consigliere dell’Istituto di Autodisciplina Pubblicitaria.

E' stato Presidente e Direttore Generale della Lombardia Film Commission dal 2009 al 2015. Il rilancio dell’ente è stato sancito a 9 colonne dal Corriere della Sera: “Miracolo a Milano”.

E' Grand’Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana su nomina del Presidente Ciampi.

Contributi