Pubblicità Progresso al Festival della Partecipazione

A L’Aquila, dal 7 al 10 luglio 2016, si svolgerà il Festival della Partecipazione. L’idea di questo evento nasce da Italia,sveglia!, un’alleanza di tre organizzazioni, ActionAid, Cittadinanzattiva e Slow Food Italia e in collaborazione con il Comune dell’Aquila.”Italia, Sveglia!” è nata per contribuire alla trasformazione del paese attraverso il ruolo attivo e la partecipazione dei cittadini e la tutela dei loro diritti.

Più di 50 eventi in 4 giorni. 14 sedi nel cuore della città, tra sale, aule, teatri, palazzi storici, oltre alle piazze e a meravigliosi cortili restituiti alla loro antica bellezza. Più di 100 protagonisti, 4 spettacoli teatrali, performance, walkabout, una disco-soup e due concerti (di cui uno “partecipato” per orchestra e pubblico); l’arrivo della lunga Marcia per l’Aquila; il mercato contadino e l’orto in città, i laboratori e i tavoli esperenziali, l’apertura degli antichi forni; la sicurezza nelle scuole e la il “potere” civico,;Radio Rai 3 “Tutta la città ne parla” in diretta dal Parco del Castello, la redazione in piazza de “Il Centro” e poi dibattiti, lezioni magistrali, confronti e conferenze, un hackathon, un pranzo condiviso dei cittadini aquilani con almeno un migliaio dei 3500 operai impegnati nella ricostruzione post terremoto, mostre, una “piazza della partecipazione” aperta alle proposte non in programma e tanti, tanti cittadini attivi.

Tutto questo fa del Festival della Partecipazione, un evento da non perdere.

Pubblicità Progresso sarà presente con parte della sua mostra “Per sempre presente”, dodici pannelli, dodici delle più significative campagne di Pubblicità Progresso, per ripercorrere e rivivere nella memoria gli scopi, le immagini e le parole della cultura della comunicazione sociale.

Inoltre Venerdì 8 Luglio alle 15.00 – CORTILE CAPPA CAPPELLI 
La Comunicazione dei Valori 
Alberto Contri, Lorenzo Marini. A cura di Pubblicità Progresso

La storia importante di Pubblicità Progresso, testimoniata dalla Mostra in visione al Festival, racconta di un possibile uso degli strumenti delle comunicazioni di massa al fine di promuovere i valori civili del progresso sociale. Sennonché, oggi sempre di più, anche la pubblicità commerciale si avvale dei racconti valoriali al fine della crescita dei consumi. Sovrapposizioni, confusione, motivazioni e possibili convergenze: un dialogo tra due grandi protagonisti della comunicazione.

Programma reperibile QUI


Scarica il comunicato stampa QUI